dade-city-days-vhsVHS è l’album d’esordio del trio bolognese Dade City Days ed è uscito il 5 febbraio per l’etichetta Dark Swiss Nights Records.Quant’è bella giovinezza, sempre in bilico tra la fuga dalla realtà e la sfida sfrontata alla stessa, sempre all’insegna dell’ostinazione più ottusa. Un privilegio da godersi finché si può. E per ricordarci questa banale verità i bolognesi autori di questo debutto mescolano i due generi teen che meglio ne riassumono le polarità: il feedback dello shoegaze e il battito metronimico dell’electro rock.

10 tracce cantate in un italiano strascicato, carnale e poco decifrabile, una batteria dritta e basta, un suono che passa dall’etereo celestiale allo psichedelico da bad trip. Ride, Jesus and Mary Chain, Horrors alcuni dei nomi che propongo a chi ama trovare somiglianze e fonti di ispirazione. Le intenzioni sono chiare e il programma è ripetuto alla nausea per i 10 brani, poiché anche se a volte le tastiere prendono il posto della 6 corde il risultato cambia poco: questi giovani jedi sanno davvero essere allo stesso tempo fragili e mordaci.

Tutto già visto, tutto come da programma, che è allo stesso tempo il bello e il limite di questo disco. 

6/10

Alessandro Scotti