Bentornati al nuovo appuntamento della mattina! Good Morning Disagio!
Una colazione con il video più della giornata, praticamente la nostra risposta casuale e sconnessa al Buongiornissimo KAffè che spacca sempre assai nella nicchia temibilissima dei “cinquantenni della rete”. E allora: Good Morning Disagio!
Un dribbling secco tra mezzi busti tettuolosi, wusterini al mare, tatuaggi demmerda, padri pii glitterati, scarpe imparazzannti, finte bufale, finestre con morning views, oggi così, mood of the day, selfoni so’figo so’bbello, incitamenti a condividere se sei indie-gnato etc etc…
Ecco, vorremmo esserci anche noi, con la sola pretesa di voler spingere la ruota del disagio ogni giorno di qualche centimetro.
Avanti, indietro: sarà il tempo a deciderlo.

Oggi parliamo di Mark Hoppus dei Blink 182. L’ex beniamino degli adolescenti di vent’anni fa, con oltre tre milioni di follower, ha condiviso su Twitter i dettagli di un piano alquanto insolito che un tempo aveva ideato per far catturare l’allora leader iracheno Saddam Hussein.
Sbalorditivo, non solo il bassista assicura di aver avuto l’attenzione del Pentagono per architettarne la cattura ma condivide il piano nel dettaglio.

Good Morning Disagio: Quando il Bassista dei Blink aveva un piano per catturare Saddam Hussein

Godetevi questo tweet, che inizia così.
Su una portaerei nel Golfo Persico, ho detto ad un Ammiraglio della Marina sulla sua strada per incontrare i Capi di Stato Maggiore le mie idee su come catturare Saddam Hussein

Buon Weekend, non fate nulla che io non farei

a cura di Tum