Scopri tutti i concerti di milano e dintorni con la Guida Settimanale ai Concerti Milanesi.

Alla follia, non badate, datemi retta!
Pensate piuttosto ai nuovi ritmi in cui
immergere la vostra vita perduta dietro
l’apparenza delle cose. Cercate l’immortalità,
l’eterna questione del mare splendente
dentro il sole di giugno che diventa nero
a notte e scompare nelle tenebre. Io
dimenticato relitto di una civiltà
passata sono il solo che piango i defunti
miraggi di un’età morta e ancora
coprendomi di ridicolo scrivo lettere
d’amore a traditi amori di un’epoca trascorsa,
la giovinezza, e ricordo lo studente
che piegava la sua retta immagine
a misurare l’angolo della sua carnale diversità,
a versare nel seno asciutto di una madre
occasionale la solitudine futura dei suoi
giorni tutti uguali. Lasciatevi andare
verso il mare della vita! Assaporatene
la musica sbiadita, e trionfatore sarà
solo il Tempo e il suo nero oltraggio, la Morte!
Mentre io ancora scriverò che il poeta
chiude in stremate parole il suo cervello
mirando il muro in alto della sua stanza
e le poesie scivoleranno via, senza pietà,
e nessun Dio le registra, incarnandosi
per un attimo.
Il ritmo non sa di mirtillo acerbo
e piegarsi sulla bianca pagina di un diario
il meglio dell’ispirazione fa in un fiato
dileguare.
Chiamatemi così: pazzo, deserto testimone
di un deserto da percorrere in una torrida
estate, senza acqua raccolta nella gobba
di un domestico dromedario, e la mia poesia
definitela con crudeltà e livore come lubrica,
oscena, interessata e manigolda consigliera
di sventura o furto di anime giovanili
in cerca di nuove reincarnazioni.
Sappiate però che brucio di gioia, di allegria
feroce dentro la mia casa buia, prigioniero
di calamitose idee, slabbrando la mia merda
in privata visione senza lo scempio
di immagini e talenti altrui. Sono un genio
geniale che la vita spassa da un dolore all’altro,
teatrale, senza ferite apparenti che non siano
d’amore, piaghe purulente lasciate da una donna
fatale che nessuno conosce. Slabbro la mia
merda in privata visione: ghirigori
collettivi e birbanti. Muratemi
in una galera con la bibbia e i santi.

Dario Bellezza- Fuori di Me

Lunedì 6 novembre
❤❤❤❤ Ore 20, Verdiana Raw da Gattò
Crudità sinfoniche non per accompagnare, solo.
❤❤❤❤❤ Nick Cave & The Bad Seeds al Forum
Mattatore di ogni oscurità, discende su di noi con il suo blues liberatorio.
❤❤❤❤ Julie Byrne alla Salumeria della Musica
Tramonti monocromatici per ogni sfumatura di disagio. Deliziosa.
❤❤❤ Nels Cline al Teatro dell’Arte
Il chitarrista degli Wilco e la sua furia freejazzy.
❤❤❤ Cellule d’Intervention Metamkine allo Spazio O’
Grenouble come non l’avete mai vista nè sentita.
❤❤❤ JazzMi luoghi vari
Super rassegna che contamina la città di vibrazioni molto yeah. Guardate qui il programma completo.
Cinema ❤❤❤ Director’s Cut allo Spazio Forma
Si parla del regista cinese Wang Bing e si guarda un suo film.

Martedì 7 novembre
❤❤❤❤ Binker & Moses alla Santeria Social Club
Jazztronica di alto livello.
Arte ore 18 ❤❤❤❤ Enrico Baj alla Fondazione Marconi
Surralismo tascabile e dadaismo da passeggio.
Arte ore 18 ❤❤❤ L’arte dei Poster di Hardstaff Booking al GhePensiMi
Posterology is not a crime
Libri ore 18 ❤❤❤❤ Presentazione di Fame da Colibrì
Se sentite un certo languorino per un romanzo punk a Milano.

Mercoledì 8 novembre
❤❤❤❤ Lamb al Magnolia
L’altra faccia di Manchester.
❤ VaporWave Vol1 all’Ohibò
La VaporWave non esiste.
fuori Milano ❤❤❤ Sick of it all al Decibel di Magenta
I maestri del punk hardcore vi spezzeranno le ossicine. Prestare attenzione, pavimento scivoloso.
ghignate ❤❤ MerComedy al GhepensiMi
Si ride duro con Emanuele Pantano, palermitano già visto su comedy central, e Nicola Campostori.

Giovedì 9 novembre
❤❤❤❤❤ Public Service Broadcast alla Santeria Social Club
Frullatore di emozioni senza eguali.
❤❤❤❤ Oddisee al Biko
Malinconia naif che ti prende la giugulare.
❤❤❤ Lau Nau a Volume
Malinconia naif che ti prende la giugulare.
❤❤❤ Raster al Mare Culturale Urbano
In.versione Clotinsky e Irene Maggi on stage per la seratina milanese del giovedì.
❤❤❤ Birthh all’Ohibò
Così giovane, così brava. Aprono Edless e Slowtide.
❤❤ Vittoria & The Hyde Park all’Apollo
Ruock con le giacche di vilpelle.

Venerdì 10 novembre
❤❤❤❤❤❤ Chilly Gonzales al Conservatorio
Capitano, mio Capitano
❤❤❤❤❤ Fleet Foxes al Fabrique
No more barba e flanella, no more.
❤❤❤ Andrea Laszlo De Simone + Christaux + Joan Thiele alla Santeria Social Club
Frittura indie italica da passeggio.
❤❤❤ Linoleum al Rocket
Suonano Capibara e A Safe Shelter

Sabato 11 novembre
❤❤❤❤❤ Harry Styles all’Alcatraz
Lo stronzetto degli One Direction ha tirato fuori dal cilindro un disco rock’n’roll al vetriolo. Incredibile ma vero.
❤❤❤❤ Ben l’Oncle Soul al Teatro dell’Arte
E se Frank Sinatra fosse nato in Africa con addosso il gran funk?
❤❤❤ Idaho Joe alla Ciclofficina Pontegiallo
Portland come non l’avete mai sentita, psychedelia purissima.
❤❤❤ Rubella Ballet al Cox18
Cabaret anarco punk inglese.
❤❤❤ Becca Stevens al Biko
Rasenta l’omonima e se la miagola di conseguenza.
❤❤❤ Lowinski e Altre di B all’Ohibò
Presentazione del nuovo disco dei Lowinski, sfiziosissimi.
❤❤ Banks al Fabrique
Non Lester perchè è schiattato, non Paul perchè è in giro con gli interpolli… Insomma, altra roba. (ANNULLATO)
❤❤ Bryan Adams al Forum
Ryan? Bryan…mmm…Ryan? Bryan. Ok, no.
fuori Milano ❤❤ Cesare Malfatti al Tambourine di Seregno
L’ex La Crus (e Amor Fou) torna in Brianza per presentare il nuovo disco.

Domenica 12 novembre
❤❤❤❤❤❤ Spoon alla Santeria Social Club
Pensieri bollenti per palchi roventi.
❤❤❤❤❤ Chk Chk Chk al Magnolia
Chi non vorrebbe essere.
fuori Milano ❤❤❤❤ Mr.Big al Live di Trezzo
Atto costitutivo motivato da esigenze particolari e munito del crisma del ruock.

A cura di Tum Vecchio