Dopo aver cannibalizzato il progetto Bloc Party – fino all’ultimo discutibile album Hymns realizzato dopo l’abbandono di Matt Tong e Gordon Moakes – e due album di elettronica (Boxer del 2010 e Trick del 2014) che si sarebbe potuto tranquillamente evitare, Kele Okereke torna a produrre un nuovo progetto.

Ancora una volta è una fitta al cuore per tutti quelli che nei primi anni 2000 si erano innamorati di quelle sonorità fresche che portava con i suoi Bloc Party.
Dai primi estratti sembrerebbe essere un album a metà tra folk e beat elettronici (sul serio Kele, ma che cazzo stai facendo?).

Non ci resta che mettere le cuffie, far partire Silent Alarm e fare finta che nulla di tutto questo sia mai successo.

Yemaya
Pubblicato un paio di mesi fa e dedicato alla figlia in arrivo


Streets Been Talkin
Secondo singolo estratto dall’album in uscita


Fatherland Tracklist:
1. Overture
2. Streets Been Talking
3. You Keep On Whispering His Name
4. Capers
5. Grounds For Resentment (feat. Olly Alexander)
6. Yemaya
7. Do U Right
8. Versions Of Us (feat. Corinne Bailey Rae)
9. Portrait
10. Road To Ibadan
11. Savannah
12. The New Year Party
13. Royal Reign

Simone Casarola (@simocasarola)