Maggio per Milano vuol dire Piano City, la più grande rassegna cittadina dedicata al pianoforte e ai pianisti di tutto il mondo. Ci ritrova in tantissimi sui prati dei giardini della GAM e scoprire pianoforti nei cortili spesso nascosti, nelle piazze e nei parchi. Quest’anno va in scena dal 19 al 21 maggio con molte conferme e alcune novità. Le note risuoneranno anche in banche e chiese, ai Bagni Misteriosi e all’Albergo Diurno Venezia, nei palazzi del centro e in giro in bici. Al tramonto ma anche all’alba. Tutti i concerti di Piano City Milano sono gratuiti. Alcuni sono ad ingresso libero, altri necessitano di prenotazione, come gli house concert, i cortili e per alcuni concerti diffusi. La prenotazione per gli House Concerts e i Concerti in cortile avviene attraverso il sito Per gli altri concerti è opportuno consultare il sito ufficiale per le modalità di partecipazione

Per tre giorni Milano troverà nelle note di centinaia di pianoforti la sua colonna sonora. Una suonata di 450 concerti, in giro per la città, ma non solo: per la prima volta i pianisti arriveranno anche fuori porta, con concerti in provincia e regione.

Piano City 2017, il programma completo
L’inaugurazione toccherà al genio Chilly Gonzales, pianista e produttore canadese capace di muoversi tra musica classica, rap ed elettronica. Si esibirà venerdì sera sul main stage della GAM Galleria d’Arte Moderna – Villa Reale (alle 21) con un concerto di brani tratti dall’album Piano Solo II e presentati in PianoVision: una proiezione video in tempo reale con riprese che inquadrano solo le sue mani e i tasti del pianoforte.

Per chi vuole andare alla scoperta del mondo che si cela dietro le note, l’edizione 2017 offre le Piano Lesson. Al Teatro dell’Arte, in collaborazione con Corriere della Sera, sei incontri aperti a tutti per conoscere le storie, le tecniche, i trucchi del mestiere. Il primo appuntamento sabato 20 alle 11 sarà proprio con Chilly Gonzales. Sabato 20 alle 15 Michael Nyman tiene la Piano Lesson Lezioni di Piano, dal titolo del celebre film di Jane Campion di cui ha composto le musiche, svelando per la prima volta al pubblico i segreti di una colonna sonora di grande successo. Sabato 20 alle 16.30 Marco Fumo accompagna il pubblico di Piano City Milano alle origini del jazz a cento anni dalla morte di Scott Joplin. Domenica 21 alle 10, un pianino Pleyel, strumento da casa, da viaggio e da lavoro come quello con cui Chopin faceva lezione, è protagonista della Piano Lesson di Michele Fedrigotti dedicata al maestro del romanticismo. Alle 14 il pianista Emanuele Arciuli in “Musica americana: minimalismo e oltre” racconta la rivoluzione scatenata in musica da John Cage e la nascita del minimalismo, descrivendone l’influenza sulle musiche di oggi. Infine domenica 21 alle 16 Michele Campanella mostrerà come affrontare i Quadri di un’esposizione di Modest Mussorgsky, uno dei monumenti della letteratura pianistica.

E sempre tra le novità più originali, a Michael Nyman è stata commissionata una nuova versione di The Otherwise Very Beautiful Blue Danube Waltz, ripensata per cinquanta Toy Piano, che coinvolgerà i più piccoli in una performance spettacolare. Numerosi i bambini che potranno suonare la sua musica con i pianoforti giocattolo: gli appuntamenti con Nyman e i Toy Pianos infatti sono sei: sabato e domenica alle 12, alle 16 e alle 18, sempre al Piano Center, in collaborazione con Ricordi Music School.

Per ricordare Thelonious di cui ricorre invece il centenario della nascita, un concerto monografico con Mariano Bellopede sabato 20 alle 14.30 su Piano à Porter al Giardino Oreste del Buono e numerose citazioni in tanti altri concerti in programma. Un omaggio anche a David Bowie, alla filiale di Intesa Sanpaolo in Piazza Cordusio, sabato 20 alle 10, e uno ai Beatles, in particolare all’album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band a cinquant’anni dall’uscita del disco, a Parco Trapezio sabato 20 alle 18.30.

Le Piano Night
La musica di Piano City Milano si trasforma anche in maratona. In collaborazione con Red Bull Music Academy, ci si potrà immergere in due Piano Night dedicate a pianoforte ed elettronica, venerdì a Base Milano e sabato a Santeria Social Club; a seguire due suggestivi concerti al sorgere del sole danno vita a un percorso musicale ininterrotto di oltre 50 ore. Alla prima notte di Piano City Milano venerdì 19 a Base Milano, partecipano Patrizio Fariselli, Ricciarda Belgiojoso con Walter Prati, Nik Bärtsch, Francesco Taskayali e Fabrizio Ottaviucci.
Dopo l’ultimo concerto, l’appuntamento con l’alba è alle 5.30 in Parco Sempione, per ascoltare Michael Nyman che si esibisce al sorgere del sole nel palcoscenico del Teatro Burri tra Castello Sforzesco e Arco della Pace. Tra sabato e domenica la seconda Piano Night è a Santeria Social Club, con Alvin Curran e Ciro Longobardi, Grandbrothers e Francesco Tristano. Chiudono la notte Cesare Picco e Painè Cuadrelli con un concerto in collaborazione con Yamaha. All’alba della domenica, sempre alle 5.30, musica classica con Anna Maria Morici alla Rotonda della Besana.

Tutte le Location di Piano City
Come sempre, il cuore pulsante della manifestazione è il Piano Center, al polo museale GAM PAC e nei giardini di Villa Reale, aperti eccezionalmente per accogliere il pubblico di Piano City Milano. All’inaugurazione di venerdì 19, seguono nelle giornate di sabato e domenica i concerti all’aperto al laghetto e in giardino, e all’interno della GAM nella Sala del Parnaso e nella Sala da Ballo. Lubomyr Melnyk, Ivàn Melòn Lewis, Bill Laurance, Harold Lopez Nussa, Chano Domìnguez, Mariam Batsashvili, Gaetano Liguori, Paolo Alderighi e Stephanie Trick, Ramin Bahrami, Vittorio Cosma e Luca Schieppati sono alcuni dei nomi presenti nel programma. All’interno dei Giardini Indro Montanelli verrà posizionato un grande schermo tramite cui sarà possibile seguire i concerti del Main Stage tutte le sere dalle 19 e il Red Bull Studio Mobile, studio di registrazione su quattro ruote e luogo di incontro creativo per i musicisti del festival.

La musica del pianoforte arriverà anche in luoghi non convenzionali: musiche jazz, pop, rock e contemporanee, da David Bowie, ai Queen e ai Depeche Mode, risuoneranno in spazi inediti come banche e musei. Sabato 20 maggio alle 10 Alberto Tafuri presenterà un omaggio a David Bowie alla filiale di Intesa Sanpaolo di Piazza Cordusio; alle 11.30 alla filiale di via Verdi un programma di musiche italiane e internazionali dai Pink Floyd a Vasco Rossi con Ettore Bove. Le Gallerie d’Italia ospitano sabato 20 alle 16.30 il concerto di Luigi Palombi con musiche di Duke Ellington; domenica 21 maggio alle 10.30 il cortile del Palazzo di Via Monte di Pietà 8 ospiterà il Piano Duo Blanc et Noir, duo pianistico al femminile proveniente da Ankara con un programma che unisce i grandi classici alla musica tradizionale turca.

Cortili, Palazzi e Bici
Altra tradizione di Piano City sono i concerti in casa e nei cortili: quest’anno in programma ce ne sono oltre 60. E poi la musica si farà anche on the road con i concerti itineranti di Piano à Porter, Piano Bici e Piano Tandem. Grazie alla collaborazione con il Gruppo Piaggio, si inaugura quest’anno Piano à Porter: otto concerti eseguiti con un pianoforte installato su un veicolo Piaggio Porter che si sposterà dal Mercato di Lorenteggio a Piazza Sant’Alessandro, dal Giardino delle Culture a Piazza Santa Maria delle Grazie e in molti altri luoghi dal centro alla periferia. Il Piano Tandem farà invece da capofila a due biciclettate collettive. La prima correrà lungo il Naviglio della Martesana fino al Parco Franca Rame, con partenza sabato 20 alle 10.30 da via J. Jaurès. La seconda partirà domenica 21 alle 10.30 dal centro di produzione artistica mare culturale urbano, passando per il Parco delle Cave e Cascina Linterno. Gli amanti delle due ruote potranno attraversare la città pedalando al ritmo di classica, jazz e contemporanea. Piano Bici sabato e domenica farà il giro dei giardini pubblici Indro Montanelli, sostando di volta in volta in un punto diverso del parco.

BASE Milano, in collaborazione con Sky, ospiterà una due giorni dedicata alle grandi colonne sonore. Tra gli appuntamenti da non perdere quello di sabato 20 dalle 17.30 con la colonna sonora di Twin Peaks ideata dal grande compositore Angelo Badalamenti, con a seguire maratona della prima stagione della storica serie tv di David Lynch. Santeria Social Club ospiterà un programma di concerti dedicati ad adulti e bambini. Il pianista Daniele Longo, insieme all’attrice Debora Mancini, presenta un doppio appuntamento: sabato 20 alle 12 Un pianoforte come il cielo, viaggio alla scoperta del pianoforte per bambini da 0 a 36 mesi, e domenica 21 alle 11 Piano Leggendo per bambini dai 3 agli 8 anni. mare culturale urbano festeggia con Piano City Milano 2017 il suo primo anno di vita. Centro di produzione artistica, ospita – tra gli altri – l’esibizione degli allievi della Civica Scuola di Musica C. Abbado, il concerto di Paolo Marzocchi Un piano per Lampedusa, e una prova aperta al pubblico e un concerto finale di una residenza che nei giorni precedenti al festival coinvolge tre pianisti di diversa provenienza: Ekland Hasa, Alberto Pizzo e Faraj Suleiman.

Per la prima volta la musica di Piano City Milano entra nella chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, che si alternerà con il Civico Museo Archeologico per ospitare una domenica di concerti in collaborazione con Casio e il Touring Club Italiano. Nella “Cappella Sistina Ambrosiana” grazie al programma Aperti per voi del Touring Club spazio per classica, contemporanea, jazz ed improvvisazione con artisti come Max Tempia e Kristine Brattle.

Tra i luoghi inediti di questa edizione anche l’Albergo Diurno Venezia, con una maratona di concerti, domenica 21 dalle 10 alle 20, a cura del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano e in collaborazione con il FAI. I Bagni Misteriosi (ex piscina Caimi), recentemente restituiti alla città dopo una lunga opera di riqualificazione, ospitano una rassegna di concerti tutta al femminile, con Roberta di Mario, Maria Cefalà e Maddalena Giacopuzzi. Nel cortile della Pinacoteca di Brera, sabato 20 dalle 13 sei ore ininterrotte di musica a due pianoforti, tra Ottocento e Novecento.

E poi quattro concerti in quattro architetture simboliche di Milano: Palazzo Litta, Triennale di Milano, Galleria Vittorio Emanuele e Bosco Verticale. In collaborazione con MM SpA, sono previsti tre concerti in cortili di case popolari nella periferia milanese nella giornata di domenica. In via Bisnati arriverà la pianista Natalia Isabel Gonzàles con musiche classiche e contemporanee; in via Barzoni Davide Montalenti presenterà un programma che spazia tra contemporanea, jazz e musiche originali. In via San Bernardo musiche originali di Sasha Pushkin, musicista russo tra più apprezzati sperimentatori contemporanei.

Piano City 2017 fuori porta
Piano City Milano quest’anno si allarga e supera i confini della città. Arriva il programma “Fuori Porta” con decine di concerti nelle province di Milano, Como, Monza e Brianza, Bergamo. Protagonisti – tra gli altri – Andrea Rebaudengo, a Bresso domenica 21 alle 11.30 con un concerto tra classica e contemporanea, Antonio Faraò sabato 20 alle 16 a Rho e Hernan Fassa sabato 20 alle 21 a Settimio Milanese. Andrea Zani e Stefano Nozzoli suoneranno musica contemporanea all’alba in un “Concerto Stellare” domenica 21 alle 5.00 a Desio. Sul lungolago di Como domenica 21 dalle 11 alle 18 un percorso musicale in quattro tappe dai giardini di viale Geno a Villa Olmo.