“Lush” è il debut-album degli Snail Mail, gruppo capitanato e costruito attorno alla giovane compositrice Lindsey Jordan, classe 1999. La Matador Records ha creduto in questo progetto, diametralmente opposto alle sonorità di alcuni gruppi di scuderia come Interpol e Queen of the Stone Age, che ha visto la luce l’8 giugno 2018.

Questo nuovo lavoro si sviluppa tra melodie dolci e romantiche, che raccontano le esperienze vissute da un’adolescente (ma che in fondo riguardano tutti), tra storie sentimentali difficili, burrascose o di solitudine.

“Lush” è un album onesto, semplice e ben registrato, dove i brani si sviluppano in modo fluido, senza virtuosismi, e dove la chitarra acustica insieme alla voce avvolgente di Lindsey Jordan la fanno da padrone.

“Lush” risulta piacevole all’ascolto e denota una piega introspettiva ben percorsa dall’artista. Non ritengo però che sia un debut-album esplosivo, qualcosa che ti lasci senza fiato e che ti tenga incollato ad ascoltare per ore gli stessi brani.

Questo 2018 vede gli Snail Mail impegnati in un tour americano che approderà in Europa verso la fine dell’anno; al momento non sono previste date in Italia, quindi se vi siete innamorati al primo ascolto, cogliete l’occasione per un week-end in Inghilterra o in Belgio.

Gipi Montalto