Schermata 2016-01-13 alle 22.07.40The Winstons sono un progetto partorito dalla mente di tre signori del rock italico. Roberto Dell’Era, già Afterhours e solista affermato, Enrico Gabrielli, già Calibro 35, ex Afterhours e polistrumentista in una moltitudine di band, anche a livello europeo e Lino Gitto, già UFO ed accompagnatore proprio di Dell’Era nella sua veste solista cambiano identità in Rob Winston, Enro Winston e Linnon Winston e si concentrano su uno dei lustri più magici per il rock’n’roll: la fine dei sixties che subentra nell’inizio dei seventies fra psichedelia e progressive.

Nati da un’idea di Gabrielli che vide la luce durante un soggiorno in Giappone qualche anno fa, i tre registrarono l’album durante l’estate del 2013, ma causa i moltissimi impegni si ritrovarono in sala mixaggio soltanto lo scorso autunno e con l’inizio di quest’anno riescono finalmente a dar vita alla loro creatura.

“The Winstons” si candida già nella top ten di uno dei migliori lavori discografici di questo 2016 appena iniziato grazie alla fantasia mista a follia dei tre musicisti, qui alle prese con batteria, tastiere, basso, chitarra a dodici corde e magnifici giochi di voci che li vedono tutti e tre protagonisti, ad aiutarli in tre tracce si aggiungono poi anche Xabier Iriondo Gemmi (anch’egli Afterhours) al soundmetak di sua invensione e Roberto D’Azzan alla tromba.

Un lavoro in bilico fra melodia e schizofrenia nonché una gran prova di destrezza e talento musicale.

La band è in giro per tutta Italia fino a fine mese. Un consiglio: non perdeteveli.

Andrea Manenti