Clap! Clap! – DIG! DELVE! DAMN!: Recensione

Cristiano Crisci, in arte Clap! Clap!, appartiene alla "nuova scuola" di elettronica italiana. Assieme ai suoi amici Go Dugong, Populous, Dj Khaleb, seguiti a ruota da gente tipo Milangeles, Prp, Ckrono e Bruno...

The Valium – Amazing Breakdowns: Recensione

Cambio di rotta internazionale per la band salernitana The Valium (nei primi due album I Valium) che, con quest'ultima loro fatica, decidono di usare come propria forma d'espressione la lingua inglese. Sarà il ...

Ghemon – Mezzanotte: Recensione

Ci vuole coraggio, come cantano gli Ex-Otago. Ci vuole coraggio a mettersi a nudo attraverso le proprie canzoni. Ci vuole ancora più coraggio a sperimentare registri canori nuovi all'apice della carriera. Ci vu...

Chi è Tin WoodMan?

Chi è Tin Woodman? Viene da Wautah. E' un un robot. creato il 17 maggio del 1986. Suo padre, lo scienziato, gli ha dato questo nome, in omaggio a Il meraviglioso Mago di Oz. Autore: Frank Baum, 19 maggio 1900...

The Wer – Werever: Recensione

"Morning comes electric …few years later!". Dopo due EP, di cui il primo ("Morning comes electric", 2013) autoprodotto e il secondo frutto della vittoria al Contestiamo 2014 ("Pirouette", 2015), i The Wer (acro...

Selton – Manifesto Tropicale: Recensione

Dimenticatevi i synth e l’elettro-pop che vanno di moda oggi. Scordatevi gli Ex-Otago e Lo Stato Sociale. Cercate di cancellare dalla vostra memoria Riccione e tutti gli altri tormentoni estivi che hanno infest...

Mt. Zuma – S/T: Recensione

“Just gimme Indie Rock!”, urlavano i Sebadoh nel lontano 1991, quando quella parolina lì aveva un signficato inequivocabile e si riferiva a suoni ben precisi, non come oggi che è indie anche tuo cugino coi risv...

Tante Anna – TA: Recensione

Thomas Koppen e Alessandro Baronciani si conoscono da tempo. E da qualche anno suonano insieme. Insieme sono i Tante Anna e hanno da poco pubblicato il loro primo lavoro discografico "TA", uscito per l'etichet...

Populous – Azulejos: Recensione

Il 2014 è stato un anno molto importante per Populous e per l’elettronica italiana in generale. Allora il produttore salentino pubblicò "Night Safari", il suo acclamato ritorno alle scene musicali dopo un discr...

Dutch Nazari – Amore Povero: Recensione

Amore povero”, il nuovo disco di Dutch Nazari, ha ben poco di povero e molto di vero. Interamente prodotto da Sick&Simpliciter e messo in scena dall’artista padovano per Giada Mesi - Undamento, il disco è u...

Sula Ventrebianco – Più niente: Recensione

Quest'anno i Sula Ventrebianco da Napoli compiono dieci anni. Quale modo migliore di festeggiare il proprio compleanno se non con la pubblicazione di questa ottima quarta prova in studio? Superata l'iniziale...

Nadiè – Acqua alta a Venezia: Recensione

Un disco pop vecchio stampo, quest’ultimo lavoro dei Nadiè, loro secondo album, dal titolo "Acqua alta a Venezia". I Nadiè, però, non sono veneti, ma siciliani, e sono Giovanni Scuderi (voce e chitarra), Vincen...

One Horse Band – Let’s Gallop!: Recensione

Non sappiamo se la decisione di One Horse Band di essere una band a componente singolo sia dovuta al bisogno di qualche spicciolo in più o a una specifica scelta dovuta alla consapevolezza dei propri mezzi tecn...